• slide1
    slide1

Popoli

La popolazione degli Ernici

Gli Ernici erano un'antica popolazione prepromana, il cui territorio era situato nel Lazio fra il Lago del Fucino ed il fiume Sacco (Trerus). Confinavano con i Volsci a sud e con gli Equi ed i Marsi a nord.

All'epoca dei re di Roma, gli Ernici si allearono con i Romani e i Tuscolani, nella guerra combattuta da Roma contro Veio, al tempo del re Tullo Ostilio nel 672 a.C. A metà del VI secolo a.C. Alatri, Anagni, Ferentino e Veroli strinsero un'alleanza detta Lega Ernica per difendersi dall'espansionismo di Volsci e Sanniti. Secondo Dionisio di Alicarnasso, Tarquinio il Superbo nel 530 a.C., diventato re, per estendere la potenza di Roma nel Lazio strinse alleanza con 47 città, sedici delle quali erano erniche. Per tenere unita questa alleanza, istituì delle feste religiose chiamate "ferie latine" che si tenevano ogni anno nel tempio di Giove Laziale sul Monte Cavo. Quando Tarquinio il Superbo nel 508 a.C. dopo 22 anni di regno fu cacciato da Roma e fu accolto dal re degli Etruschi, Porsenna, chiese aiuto agli Ernici perché lo riportassero sul trono, ma anche i Romani chiesero agli Ernici di mantenere fede all'alleanza. Questi ultimi decisero di aiutare il re spodestato, ma furono fermati dal dittatore Aulo Postumio Albino e successivamente, nell'anno 496 a.C. vennero sconfitti nella Battaglia del Lago Regillo da Ottavio Mamilio e da Sesto Tarquinio. Dopo questa sconfitta gli Ernici si allearono con i Volsci per combattere nuovamente contro Roma, infatti in un discorso di Agrippa Menenio Lanato riferito da Dionisio d'Alicarnasso, gli Ernici, sono chiamati nemici di Roma (anno 493 a.C.). Nel 497 a.C. il territorio romano venne più volte invaso e devastato dagli Ernici. Riuscirono a mantenere a lungo la loro indipendenza e nel 484 a.C. erano ancora abbastanza forti da concludere un trattato paritario con i Latini, il foedus Cassianum. Si allontanarono da Roma nel 362 a.C. e nel 306 a.C., quando la loro città principale Anagnia fu presa e ridotta ad una praefectura, mentre Aletrium, Verulae e Ferentinum furono costrette ad accettare un compromesso per godere della libera cittadinanza.

Borghi del Lazio

News ed Eventi

Go to top